mag 19, 2020

4 modi per rimanere in contatto con i tuoi pazienti durante la crisi

pazienti-comunicazione digitale

Nella prima fase di questa pandemia, il distanziamento sociale è stata una delle prime misure preventive che sono state imposte dal governo per frenare la curva dei contagi del Covid-19. Ora che siamo entrati nella cosiddetta Fase 2, permane la misura ma, con maggiore incertezza.

Ciò significa che i cittadini continueranno a limitare i propri spostamenti e, pertanto, la tua struttura dovrà pianificare una strategia per rimanere in contatto con i pazienti vecchi e nuovi.

Ogni centro medico dovrà disporre, inoltre, di strumenti digitali adeguati per continuare il proprio business anche da remoto: per questo, noi di MioDottore abbiamo pensato di offrirti alcuni suggerimenti per gestire al meglio la comunicazione con i pazienti del centro, anche post-pandemia.

 

1. Invia comunicazioni affidabili e comprovate

Le crisi danno spazio a molte notizie false, le fake news,  il che può creare confusione nei pazienti portandoli a seguire le raccomandazioni sbagliate. Per prevenire tutto questo, il tuo centro può approfittare della situazione attuale per posizionarsi come un punto di riferimento e rafforzare il legame con i propri assistiti con messaggi rilevanti per la loro salute e di valore.

Puoi creare una serie di email o messaggi che tengono informati i pazienti, accompagnandoli in questa situazione eccezionale e facendoli sentire più sicuri. In questo modo, contribuirai a costruire un rapporto di fiducia con loro.

Ecco alcuni esempi:

  • Se hai pazienti in età a rischio, puoi dare consigli più specifici per proteggerli;
  • A chi  lamenta sintomi (o presunti tali) di COVID-19, puoi spiegare come contattarti e fargli sapere che sei disponibile per loro;
  • Comunicare tutti i numeri di emergenza della provincia di appartenenza.

2. Apri canali di comunicazione tra paziente e specialista

I pazienti hanno fiducia nei loro specialisti e, come centro medico, devi aprire spazi di interazione tra le due parti. Per questo ti consigliamo di incoraggiare gli specialisti della tua clinica a scrivere ai loro pazienti per sapere come stanno gestendo il confinamento e fargli sapere che hanno il loro supporto. Questa semplice azione può far sentire i pazienti sostenuti e aumentare la fedeltà verso il tuo centro medico.

Sebbene esistano canali gratuiti di messaggistica istantanea, come per esempio Whatsapp, ti consigliamo vivamente di puntare su una soluzione più professionale e sicura al 100% sia per il tuo centro che per i pazienti. Con il nuovo strumento di Consulenza online  di MioDottore che, oltre a semplificare l’attività degli specialisti in questa fase, è possibile utilizzare una chat medico-paziente che rispetta tutti i protocolli di sicurezza dell'Unione Europea e contribuisce a fortificare quel rapporto di fiducia.

 

3. Utilizza i Social Media per comunicare i cambiamenti

I Social Media possono essere dei fedeli alleati del tuo centro nel contesto in cui ci troviamo. Sono canali di comunicazione ampiamente utilizzati dai cittadini e, grazie alla capacità di diffondere messaggi a un vastissimo bacino di utenti e a una gestione a basso dispendio di tempo e denaro, i Social Media possono essere sfruttati per aggiornare i pazienti, o potenziali tali, sui protocolli di sicurezza e le nuove regole che il tuo centro ha predisposto. 

Ti consigliamo di utilizzare la pagina Facebook della tua clinica (se non ne ha ancora, ti consigliamo di crearne una consultando questo articolo) per pubblicare dei post informativi che serviranno ad aggiornare i pazienti ma anche a coinvolgerli nel processo di ripartenza. 

Puoi decidere di inserire una domanda all'interno del post, per creare l’interazione necessaria ad aumentare il coinvolgimento dell’utente. Dopo la pubblicazione, non dimenticare di rispondere ai commenti dei pazienti e di ringraziare chi condivide i tuoi contenuti: a volte, basta un “like” per interagire positivamente! Inoltre, puoi decidere di rispondere in privato a chi lo richiede espressamente.

 

4. Continua a comunicare su altre questioni

Nonostante i bollettini della Protezione Civile ogni giorno ci aggiornano sui numeri dei contagi, pensiamo che sia molto importante aiutare i pazienti a mantenere una certo grado di normalità. Per questo ti consigliamo di inviare comunicazioni che possano alleggerire la situazione in cui ci troviamo, come ad esempio:

  • Messaggi di compleanno, 
  • Raccomandazioni degli esperti
  • Prossime promozioni
  • Promemoria di festività (Pasqua, primavera, inizio dell'estate...)

Puoi, inoltre, inviare comunicazioni di questo tipo, a partire da un unico strumento: il gestionale di MioDottore permette di creare, in maniera semplice e veloce, campagne di comunicazione e marketing via mail e SMS per informare i pazienti su tutte le novità del tuo centro.

Perché comunicare con i pazienti durante e dopo la pandemia?

Rimanere in contatto con i pazienti rafforza il rapporto di fiducia che si crea tra il centro medico, lo specialista e il paziente. In un contesto pandemico come quello in cui ci troviamo, sono cambiate le abitudini dei pazienti e anche loro modo di comunicare con gli specialisti; dovere dei centri medici che non vogliono restare indietro è adeguarsi a questi cambiamenti.

È appurato che nulla tornerà come prima, anche il settore sanitario deve convincersene: c’è bisogno di flessibilità, semplificazione e maggiore accesso a tutti quegli strumenti innovativi che supportano la medicina a distanza, mantenendo aperta la comunicazione con i pazienti.

L’implementazione di servizi e strumenti digitali, come i Social Media, le campagne di comunicazione via mail o l’attivazione di un servizio come quello della Consulenza online di MioDottore (peraltro già attivato da più di 500 centri medici italiani) sono passi necessario per rinforzare il legame con i propri pazienti e dimostra lungimiranza sui cambiamenti in corso.