mar 5, 2020

Meritocrazia è inclusività: l'esperienza di MioDottore

it-banner-mail-womenday

Questa settimana, più che in altri momenti, il web e i social media si popolano di donne e ragazze che vogliono raccontare le loro storie. In questo mese e in questo giorno dell’anno, anche MioDottore vuole unirsi al coro di voci e utilizzare il simbolo dell’8 marzo, per specificare che quello dell’uguaglianza non è un problema delle donne, è un problema di business. 

L’uguaglianza di genere, infatti, è essenziale affinché le economie e le comunità possano prosperare.

Ci sentiamo di sostenere il tema dell'International Women Day 2020 : “An equal world is an enabled world”, un mondo egualitario è un mondo inclusivo,  un concetto che MioDottore ha fatto proprio sin dalla sua nascita nel 2015. È stato da subito chiaro in azienda che ogni risorsa avesse la responsabilità di fare la differenza nel costruire un sistema più inclusivo.

Per questo oggi vogliamo condividere le storie di alcune (grandi) donne che hanno contribuito al successo di MioDottore con l’obiettivo di rendere il settore della salute più umano e inclusivo.

FRANCESCA AGOSTINI - PRODUCT EXPERT MANAGER

Agostini roundFin dall'inizio (5 anni fa) quando sono entrata in azienda ho capito che avrei potuto contribuire al successo di MioDottore: era un momento della mia vita in cui avevo bisogno di cambiamenti e di investire le mie energie in qualcosa di nuovo.

Ho ricoperto ruoli molto diversi tra loro in altre aziende, personalmente e professionalmente mi sono arricchita tanto ma, spesso, il mondo del lavoro tende a sminuire i profili un po' eclettici come il mio. Sono entrata in azienda e le mie esperienze pregresse, in ambiti così differenti tra loro non erano più un ostacolo, ma un valore aggiunto. La mia curiosità e testardaggine sono state valorizzate: mi è stata data fiducia e libertà di scelta nell'intraprendere nuovi progetti.

Oggi, ricevere i feedback positivi di colleghi e colleghe in tutto il mondo, e vedere le proprie best practices condivise e applicate altrove, mi conferma che ho fatto la scelta giusta!

VALENTINA BERARDINELLI VP & ENTERPRISE SALES MANAGER

BERARDINELLI

Il momento in cui mi sono convinta che MioDottore fosse un'azienda di successo alla quale poter dare il mio contributo? Beh, dal "primo momento" in assoluto: quando incontrai Luca (Luca Puccioni, CEO di MioDottore, ndr) in un bar davanti a un tramezzino veloce per discutere un nuovo progetto da sviluppare insieme.

Dovevamo ripartire da zero: creare una nuova azienda e rimetterci in gioco. La motivazione nel fare le cose nasce dallo sposare una causa, un ideale: volevamo creare un servizio che semplificasse la ricerca di uno specialista per tutti i pazienti. Ce l'abbiamo fatta!

La sanità aveva un buco nero, e noi potevamo iniziare a colmarlo. Il primo ufficio, il primo pitch, la prima chiusura, il primo medico felice, il primo booking.... i primi record!

Nonostante le difficoltà iniziali, sono arrivate le soddisfazioni: MioDottore è anche un po' la "mia" azienda, l'azienda il cui successo dipende anche da ME!

FRANCESCA CASOTTO - HEAD OF HUMAN RESOURCES

Casotto round

Ho deciso di entrare in MioDottore attratta dai valori aziendali che ho percepito in fase di assunzione: supera la tua "comfort zone", concentrati sui risultati, non sulle mansioni, da' il tuo feedback, sempre! Rendi tutto più semplice. Fa' ciò che ami. Insisti. Persisti, senza mai arrenderti!

Valori che sono in linea con il modo di essere e di agire e che in questi 12 mesi ho avuto modo di riscontrare, ogni giorno!

BEATRICE RUSSO - RESPONSABILE OPERATION & DATA QUALITY

Russo round

Penso di aver percepito, appena entrata in azienda, che grossa opportunità mi avrebbe offerto MioDottore per esprimere il mio talento.

Fin dagli inizi, sono stata seguita da manager che hanno riconosciuto le mie capacità e che mi hanno dimostrato come ogni ostacolo potesse essere affrontato come se fosse un'occasione.

Questo mi ha portato a essere responsabile di molti progetti di cui mi sento fiera e adesso, che mi ritrovo a seguire la formazione di nuove risorse nel mio dipartimento, spero di saper comunicare il messaggio positivo con cui sono stata accolta in MioDottore.

E, visto che è l'8 Marzo - e senza nulla voler togliere ai miei amati colleghi uomini - voglio dire quanto incoraggiante sia, ogni giorno, vedere colleghe, a qualsiasi livello, dimostrare le loro infinite capacità in un ambiente lavorativo che le riconosce per quello che sono: meravigliose.

FRANCESCA SATRIANO - GLOBAL CUSTOMER SUCCESS & OPERATION MANAGER

Satriano round

Ho capito da subito che avrei potuto contribuire al successo di MioDottore: era il 2015, Luca mi chiamò per prendere parte a quella che è iniziata come un’avventura ma che, con costanza, dedizione e sacrificio, si è trasformato in un successo nazionale.

Quel primo giorno, abbiamo delineato la mission aziendale "Make the healthcare experience more human": mi ha definitivamente convinto che stavo facendo la scelta giusta. Come non poter contribuire alla realizzazione un’azienda più egualitaria, inclusiva e umana?